Se sei nella fase in cui stai cercando di migliorare il tuo CV, o ti stai preparando ad un colloquio di lavoro, ed hai già messo a punto cosa scrivere, o cosa dire, rispetto alle tue competenze organizzative, gestionali e comunicative, può essere un’ottima idea riflettere anche su come valorizzare le tue capacità personali.
Per capacità personali mi riferisco ad un insieme di tratti della personalità, del carattere e del comportamento che ti distinguono dagli altri e che tendi a mettere in campo in maniera istintiva e continuativa.
Si tratta, quindi, di capacità che possono essere innate, o che hai appreso attraverso l’educazione familiare, scolastica o attraverso esperienze di vita sociale e lavorativa, e che riesci a far vedere chiaramente agli altri quando parli, pensi, agisci: sono i tuoi punti di forza.
 
Avere le idee molto chiare su quali sono le tue capacità personali, e su come le puoi comunicare e valorizzare efficacemente nel lavoro, può essere molto utile per tre motivi fondamentali:
  • le capacità personali possono essere sviluppate anche in assenza di esperienze lavorative e quindi possono permetterti di attirare comunque l’attenzione del selezionatore e di compensare un curriculum più debole in termini di competenze tecniche o di esperienze reali;
  • nella stragrande maggioranza dei lavori, indipendentemente da quante competenze tecniche, professionali, organizzative, gestionali, comunicative, una persona possegga, la differenza vera tra chi è capace di raggiungere successo, soddisfazione, riconoscimenti e chi non lo è, dipende proprio dal tipo di capacità personali che si posseggono;
  • le capacità personali sono “calde”, umane al contrario di quelle tecniche/organizzative che sono più “fredde”, professionali. In questo senso hai la possibilità, attraverso la descrizione delle tue capacità personali, di far emergere meglio la tua unicità e la tua personalità.

Per riuscire a raccontare, in maniera chiara ed efficace, quali sono le capacità personali che ti distinguono ti consigliamo di:
  • riflettere con attenzione sulle principali capacità personali di tipo positivo che ti abbiamo già proposto in un articolo sui punti di forza e che puoi trovare qui;
  • selezionare al massimo quattro/cinque capacità/punti di forza in cui sei sicuro di eccellere;
  • pensare ad esempi concreti di vita, personale o lavorativa, in cui hai dimostrato a te stesso ed agli altri di possedere le capacità che hai selezionato;
  • individuare anche quali sono, al contrario, le capacità personali che non possiedi o in cui non eccelli perché saranno altrettanti punti deboli di cui è meglio essere consapevole anche per poterli dichiarare con onestà al tuo selezionatore se te li chiede durante il colloquio;
  • scrivere le capacità personali in cui eccelli nel tuo CV, in una sezione che puoi denominare “altre capacità personali” e che puoi collocare nella parte finale del tuo CV;
  • nominare alcune delle tue capacità personali nella lettera di presentazione se pensi di scriverla per accompagnare il CV, o definire con chiarezza quali sono alcuni tuoi punti di forza che cercherai di far vedere durante il colloquio di lavoro.

Se stai inviando il CV per una candidatura specifica, e quindi puoi immaginare il ruolo per cui stanno cercando persone, oppure se stai per fare un colloquio di selezione, ti suggeriamo anche di selezionare, tra quelle che ritieni di avere, quale possa essere la capacità personale più importante per quello specifico ruolo, e valorizzarla espressamente nel CV o nel colloquio.
Ad esempio potresti scrivere, nella lettera di presentazione, qualcosa del tipo:
“tra le mie caratteristiche personali ritengo di possedere quella di …… e ritengo che sia una caratteristica molto importante per il ruolo che state cercando perché …..” e potresti dire lo stesso durante il colloquio.
Potresti utilizzare questa capacità anche per riuscire a costruire a una risposta a una delle domande che vengono fatte più spesso durante il colloquio, ovvero "Mi parli un po' di lei".
Come per tutte le competenze, anche per parlare delle tue capacità personali è molto importante riuscire ad essere specifico in quello che dici 
Evita quindi espressioni generiche, purtroppo spesso molto presenti nei CV come: “gran lavoratore”; “disponibile a qualsiasi lavoro”; “disponibile a frequentare corsi di formazione”.
Approfitto anche per dirti che se vuoi inserire l’espressione “disponibile a trasferte” è meglio, anche in questo caso, essere più specifico chiarendo se questa tua disponibilità riguarda trasferte brevi (con una durata inferiore ai 5 gg. lavorativi), medie (superiori alla settimana) o lunghe (superiori al mese).
“Tutti noi possediamo delle capacità. L'unica differenza sta in come le utilizziamo"
(Stevie Wonder)
Se stai cercando una guida semplice ed efficace per trovare lavoro o per sostenere un colloquio di lavoro di successo, da oggi puoi scaricare gratuitamente i nostri ebook:

Risorse