In tempi non sospetti, perché il libro di cui vi parlo, dal titolo “La forza di essere migliori” (Garzanti) è stato pubblicato ad ottobre 2019, l’autore Vito Mancuso, famoso teologo e filosofo, scriveva, proprio nelle prime pagine del libro che “incombe su di noi l’urgenza di iniziare davvero ad essere diversi, di cambiare, di essere migliori nel senso di iniziare davvero a esistere” e collegava questa sorta di urgenza proprio al fatto che sentiva incombere su ogni persona “un senso diffuso di insicurezza, mancanza, disagio, preoccupazione”. In sostanza una grande
paura del futuro
con “l’impressione generale che nessuno sia in grado di esercitare sulla situazione un controllo degno di questo nome”.
 
Sembrano parole profetiche pensando al momento che stiamo vivendo a causa della grande emergenza legata al Coronavirus ed a tutte le incertezze che sentiamo riguarderanno il futuro di tutti noi.
 
Proprio per questo, mi sento di consigliare vivamente la lettura di questo bellissimo e profondo libro di Mancuso che non si appella tanto alla teologia, quanto alla filosofia, per aiutarci a capire quanto sia importante, ma anche urgente, e soprattutto bello e vitale dedicarsi alla ricerca di essere migliori, giorno dopo giorno, sottraendosi, invece, alla schiavitù di essere “i migliori”.
 
Secondo Mancuso
essere migliori è un lavoro etico
ma con grande ottimismo lui pensa che possa essere alla portata di tutti quelli che desiderano davvero intraprendere questo tipo di percorso.
Percorso che ci conduce, sempre secondo Mancuso, ad un passaggio tra il “vivere” e l’”esistere” dove
esistere significa riuscire, letteralmente, a “venire fuori”, quindi anche a dare il meglio di se stessi.
La forza di essere migliori è quella che ci consente di tenere insieme intelligenza, volontà, sentimento e consapevolezza e di agire nel mondo utilizzando in maniera compiuta tutte queste doti che abbiamo a disposizione per riuscire ad esprimere pienamente noi stessi tenendo anche conto del contesto in cui viviamo.
 
Mancuso scrive “io penso che il compito di ogni essere umano consista nell’armonizzare l’energia libera che si muove nella sua interiorità con la logica più ampia dentro cui si è trovato a nascere e a esistere, che è la relazione”.
 
E’ un libro che va letto e riletto, che potrà dare ad ognuno qualche spunto di riflessione e qualche spinta ad andare avanti con maggiore fiducia nel futuro.
 
Ovviamente non è un libro adatto a tutti, lo suggerisco solo ai veri amanti della lettura, a chi non si scoraggia anche di fronte a qualche concetto più complesso, e prova a rileggerlo o comunque a farsene suggestionare in qualche modo e, soprattutto, a chi davvero crede che si possa essere migliori, al di là di facili slogan, mettendo in conto che per riuscirci ci vuole tanta costanza, pazienza, impegno, saggezza, determinazione, ed un’altra serie di bellissime virtù che Mancuso non manca di spiegare con chiarezza e grazia nel suo libro e che, ad un lettore attento e curioso, faranno davvero venire la voglia di essere migliori.
Buona lettura!