Nell’articolo “Quale è la tua personalità più forte?” ho iniziato a parlare dei profili di personalità elaborati da Marcus Buckingham.
In questo articolo continuo ad analizzare i nove profili di personalità ed approfondisco quello che Buckingham scrive, nel suo libro “StandOut”, su cosa possiamo dire di noi stessi quando dobbiamo far capire agli altri che caratteristiche distintive abbiamo ed in cosa possiamo fare la differenza sul lavoro.
 
Per ogni profilo di personalità segnalo alcune cose che è possibile dire di sé e che andrebbero ulteriormente arricchite citando esempi di situazioni specifiche vissute nella propria vita personale o professionale, in maniera da far diventare ogni affermazione un pezzo di racconto originale della propria storia.
 
Consigliere (Advisor)
Se una delle tue due personalità prevalenti è quella del consigliere puoi dire di te stessa/o che:
  • hai molto buon senso;
  • da sempre le persone vengono da te per chiederti consiglio su cosa sia meglio fare (sia al lavoro che nella vita privata);
  • ti piace aiutare le persone ad uscire fuori dalla confusione per capire cosa possono fare e quali soluzioni esistono;
  • hai pensieri concreti e ti interessa sempre sapere cosa funziona davvero;
  • sei interessato a capire quali possono essere nuove strade per risolvere problemi;
  • i problemi non ti affaticano, al contrario attivano in te nuove energie;
  • sei capace di scomporre i problemi complessi in parti più semplici da maneggiare;
  • cerchi sempre di spiegare agli altri quello che sta succedendo e come funzionano le cose;
  • sei in prima linea nelle situazioni di crisi.
 
 
Connettore (Connector)
Se una delle tue due personalità prevalenti è quella del connettore puoi dire di te stessa/o che:
  • sei affascinato dagli aspetti positivi delle persone, dal conoscere i loro punti di forza ed i loro talenti;
  • sei bravo a capire quali sono le persone più adatte a lavorare insieme e perché potrebbero avere interesse a farlo;
  • sei capace di raccogliere tante informazioni dalle persone e dalle situazioni;
  • ti piace creare dei gruppi misti con tante persone diverse;
  • ti piace essere veloce nel trovare ed attivare collegamenti;
  • sei bravo a convincere le persone a superare le loro diversità per lavorare insieme;
  • ti fai una conoscenza istintiva delle persone;
  • sei capace di far vedere agli altri nuove prospettive usando spesso la frase “cosa succerebbe se…”.
 
 
 
Creatore (Creator)
Se una delle tue due personalità prevalenti è quella del creatore puoi dire di te stessa/o che:
  • sei spesso definito dagli altri una persona creativa nella misura in cui cerchi sempre modi migliori per fare le cose;
  • ti piacciono i concetti e le teorie e ti piace anche spiegarli agli altri;
  • chiedi spesso “perché?”;
  • dai il meglio di te quando devi analizzare cosa è successo e perché;
  • ti piace leggere, studiare, fare domande ed è un modo per avere nuove idee;
  • preferisci studiare e pensare prima di intervenire nel concreto;
  • hai bisogno di capire prima la situazione per poter trovare una soluzione nuova e ti dai un tempo per questo.
 
 
 
Equalizzatore (Equalizer)
Se una delle tue due personalità prevalenti è quella dell’equalizzatore puoi dire di te stessa/o che:
  • sei una persona molto responsabile;
  • sei una persona che segue i propri principi, anche quando ti trovi in una situazione di minoranza;
  • non ti piace lasciare i lavori a metà o che lo facciano gli altri;
  • sei una persona molto trasparente e cerchi di parlare con molta franchezza agli altri;
  • ami portare ordine tra le cose;
  • trasmetti agli altri un senso di certezza.
 
 
 
Influenzatore (Influencer)
Se una delle tue due personalità prevalenti è quella dell’influenzatore puoi dire di te stessa/o che:
  • sei una persona molto decisa ed ami prendere decisioni velocemente;
  • dai il meglio di te quando devi convincere qualcuno a fare qualcosa che non avrebbe voluto fare;
  • non ti piacciono i disfattisti o chi non parla chiaro;
  • ti piace portare le persone dalla tua parte;
  • vai dritta/o al punto e cerchi di convincere gli altri a fare altrettanto;
  • ti piace essere in prima linea ed avere dei programmi chiari.
 
 
Pioniere (Pioneer)
Se una delle tue due personalità prevalenti è quella del pioniere puoi dire di te stessa/o che:
  • fai sempre tu il primo passo;
  • il tuo motto è “faccio e poi vedo che cosa succede”;
  • impari facendo esperimenti, provando cose nuove;
  • sei una persona molto determinata e resiliente;
  • ti aggiorni costantemente sulle ultime tendenze;
  • ti attirano le situazioni di cambiamento o di incertezza;
  • sei curioso e di mentalità aperta;
  • hai un naturale ottimismo.
 
 
Curatore (Provider)
Se una delle tue due personalità prevalenti è quella del curatore puoi dire di te stessa/o che:
  • conquisti facilmente la fiducia degli altri perché sentono che non li stai giudicando;
  • sei molto capace di far fare agli altri un lavoro di brainstorming;
  • ricordi molti dettagli delle persone (nomi dei figli, compleanni, interessi, etc.) e con questo riesci a farli sentire speciali;
  • riesci a costruirti dei rapporti di amicizia di lunga data;
  • sei capace di capire molto bene in cosa si differenziano le persone;
  • sei una persona responsabile ed affidabile.
 
 
Motivatore (Stimulator)
Se una delle tue due personalità prevalenti è quella del motivatore puoi dire di te stessa/o che:
  • ti piace stare in mezzo alla gente e trai energia da questo;
  • sei un inguaribile ottimista e pensi che si possa trovare sempre una soluzione ai problemi;
  • le persone percepiscono chiaramente che sei contenta/o di stare con loro;
  • incoraggi spesso con un sorriso gli altri;
  • ascolti con attenzione e generosità;
  • lavori meglio quando hai degli obiettivi specifici da conseguire;
  • vieni definita anche una persona divertente.
 
 
Insegnante (Teacher)
Se una delle tue due personalità prevalenti è quella dell’insegnante puoi dire di te stessa/o che:
  • ti piace sapere le persone cosa fanno e come lo fanno;
  • stai sempre imparando qualcosa di nuovo;
  • sei capace di metterti nei panni degli altri e di vedere le cose dal loro punto di vista;
  • pensi che ogni persona abbia bisogno di un percorso di apprendimento specifico;
  • ti piace condividere ed offrire le tue idee e le tue conoscenze con gli altri;
  • non abbandoni le persone, non le dai mai per vinte;
  • ti piace insegnare e non ti spaventa l’ignoranza.
 
Un esercizio utile può essere di associare ad ogni affermazione un episodio che aiuta a “dimostrare” o “spiegare” che possiedi in concreto quella caratteristica per utilizzare poi queste associazioni, ad esempio, quando sostieni un colloquio di lavoro.