Lo stress al lavoro è un fenomeno molto diffuso ed “equamente” distribuito sia tra chi ama il proprio lavoro che tra chi lo detesta perché numerose, e spesso inaspettate, sono le cause che producono stress: un progetto particolarmente difficile, un problema che non si riesce a risolvere, tante scadenze che si avvicinano, la difficoltà di decidere a cosa dare priorità, un rimprovero da parte del capo, un cattivo rapporto con qualche collega, un errore fatto in prima persona, o da altri, che genera altri problemi a catena, delle richieste che ci appaiono insensate o insostenibili.
L’arte di lavorare è anche l’arte di non farsi travolgere dallo stress, o quantomeno di cercare di contenerne i danni e gli effetti collaterali.
Ogni lavoro comporta dello stress, e evitarlo del tutto è illusorio, ed un buon lavoro non è quello immune dallo stress, ma è quello che abbiamo voglia di continuare a fare nonostante lo stress.
Fortunatamente ci sono alcune piccole cose che ognuno di noi può fare per cercare di ridurre lo stress e sentirsi meglio, ed un primo verbo che ci può venire in aiuto è “staccare”.
Staccare non vuol dire abbandonare il campo, evitare i problemi, rinunciare, ma più semplicemente vuol dire mettere il mondo in “pausa” per qualche minuto per ricaricare le energie!
Può essere difficile decidere di fare una pausa quando ci sentiamo affannati, e magari pensiamo di non avere tempo a sufficienza per fare le cose, ma il primo passo per ridurre lo stress può essere proprio in questa decisione che potremmo definire controintuitiva.
Ecco qualche piccolo trucco che puoi mettere in pratica ogni giorno per riuscire a staccare e recuperare un po’ di energia prima di riprendere la lotta allo stress…

1. Sistema la tua scrivania

Riordinare la scrivania o il posto dove lavori può aiutarti a farti sentire più calmo e darti qualche minuto di tregua se ti senti particolarmente teso. Elimina i fogli inutili, cerca di mettere i documenti al loro posto in maniera da trovarli facilmente e di organizzare il tuo piano di lavoro. Abbellisci un po’ il tuo spazio, aggiungi una foto o un’immagine che riesca a darti serenità o che ti ricorda un momento o un luogo felice. Se hai una pianta, dedicale un minuto di tempo per darle un po’ d’acqua a curarla.
Basta qualche minuto passato a ordinare il tuo spazio di lavoro e avrai subito la sensazione di stare in un ambiente più tranquillo. Potresti anche fare una foto della tua scrivania, prima e dopo la cura, e vedere che effetto ti fa.
(a questo proposito: se hai voglia di condividere con noi la foto della tua scrivania seguici su instagram e usa gli hashtag #lamiascrivania #mydesktoday. Pubblicheremo le più belle nel nostro profilo!)

2. Concediti una pausa caffè (o una pausa cioccolato!)

Molte teorie scientifiche sostengono che il nostro cervello riesce a concentrarsi per un massimo di 90 minuti dopo i quali ha bisogno di una pausa per ricaricare l’energia e ricominciare. Se lavori insieme ad altri colleghi, concediti una pausa caffè insieme a loro: qualche minuto in compagnia e qualche chiacchiera leggera può aiutarti a rilassarti e a recuperare le energie.
E se non ti piace il caffè prova con un frutto, o ancora meglio con il cioccolato! Mangiare 40 grammi di cioccolato al giorno infatti aiuta a ridurre i livelli degli ormoni dello stress. 

3. Concediti un piccolo massaggio…alle orecchie!

Questa pratica deriva dalla medicina cinese ed è molto utile per ridurre stress e ansia.
Sono sufficienti un paio di minuti per sentirti più calmo: al centro del terzo superiore dell’orecchio si trova un punto che nella medicina cinese è chiamato “Porta del Cielo”. Fare una leggera pressione massaggiando questo punto per qualche minuto dovrebbe riuscire a riattivare l’energia e a farti sentire subito più sereno.
In alternativa, puoi provare a massaggiarti invece le mani: premi leggermente il muscolo che si trova tra pollice e indice facendo dei piccoli cerchi. Dopo qualche secondo dovresti sentire le braccia e le spalle molto più rilassate.

4. Ascolta un po’ di musica.

Secondo una recente ricerca di LinkedIn, in collaborazione con Spotify, l’Italia è il paese europeo in cui si ascolta più musica al lavoro, e la seconda a livello globale dopo gli Stati Uniti. Ascoltare un certo tipo di musica mentre si lavora infatti ha davvero molti benefici: fa rilassare, rende più produttivi, e migliora la creatività. Inoltre, in caso in cui si condivida lo spazio di lavoro con tanti altri colleghi, ascoltare un po’ di musica può aiutare anche a coprire il rumore che fanno gli altri, facilitando la concentrazione. Ricorda però di farlo sempre nel rispetto dei colleghi, preferendo possibilmente l’utilizzo delle cuffie.
A tal proposito, Spotify ha anche creato una playlist con le migliori canzoni da ascoltare in ufficio. Puoi ascoltarla a questo link.
 

5. Fai degli esercizi di respirazione.

Se pratichi yoga probabilmente lo saprai già: la respirazione è un valido aiuto contro la tensione. Chi si sente particolarmente stressato tende a respirare di petto, in maniera veloce. Per sentirti un po’ più rilassato puoi prendere la buona abitudine di respirare invece con il diaframma: si tratta di un tipo di respirazione più calma e profonda, “di pancia”, tipica dei bambini. Questo tipo di respirazione è in grado di condizionare il nostro stato d’animo e di farci sentire più tranquilli e sereni, per questo è un valido aiuto contro lo stress. Prenditi qualche minuto di pausa e cerca di concentrarti nel tuo modo di respirare e nel ritmo. Allenati a respirare utilizzando il diaframma, cercando di gonfiare e poi svuotare del tutto la pancia. Inizialmente potrai trovare questo modo di respirare un po’ forzato, ma con un po’ di esercizio ti verrà più facile, e in qualche minuto riuscirai a sentire i suoi benefici. 

6. Fai una passeggiata di 10 minuti

Quando viviamo una giornata particolarmente stressante al lavoro, carica di problemi difficili, è facile sentirsi frustrati e irritati. Rimanere concentrati per ore nello stesso problema in genere non porta molti benefici. E’ consigliabile invece staccare l’attenzione e uscire a fare una passeggiata. Fare qualche passo all’aria aperta, possibilmente tra gli alberi, ci aiuta a rilassare la mente e allo stesso tempo stimola la nostra creatività. Non sempre ovviamente è possibile uscire dall’ufficio: in questo caso puoi comunque lasciare la scrivania e fare qualche passo per sgranchirti le gambe, andare verso la macchinetta del caffè o da un tuo collega, pensare un attimo a qualcosa di diverso da quello su cui ti stai concentrando al lavoro. Un altro momento che puoi sfruttare per ricaricare le energie è la pausa pranzo: lascia la tua scrivania ed esci a fare una passeggiata. E’ sufficiente qualche minuto per tornare al lavoro ricaricati. 

7. Organizza qualcosa di piacevole da fare dopo il lavoro.

Se ti stai occupando di un compito che non ti entusiasma o ti sembra troppo complesso e ti fa sentire un po’ affaticato, fermati un attimo, e occupa 2-3 minuti del tuo tempo per organizzare qualcosa di piacevole da fare dopo lavoro. Non serve molto: manda un messaggio ad un amico per chiedergli di vedervi, decidi che passerai la serata a guardare una serie tv o a leggere un libro, pensa ad un piatto che ti piace che vuoi preparare per cena. Avere in mente qualcosa di piacevole da fare dopo il lavoro ti aiuterà a sentirti più leggero e motivato, e a riprendere il lavoro con maggiore energia. 

Se anche tu hai qualche trucco speciale per ridurre lo stress al lavoro scrivici e lo pubblicheremo in uno dei nostri post!